Richiesta rimborso ticket

I cittadini possono chiedere il rimborso alla compartecipazione alla spesa sanitaria (Ticket), in particolare in caso di:
• mancata erogazione e/o interruzione delle cure prescritte (es. trattamenti di Medicina Fisica e Riabilitazione)non riconducibili a rinuncia o rifiuto da parte dell'utente;
• prestazione non effettuata su disposizione del Sanitario ma con pagamento ticket già eseguito al momento della prenotazione;
• mancata trascrizione sulla ricetta da parte del medico prescrittore, di una esenzione per patologia/invalidità già registrata al Distretto Sanitario.
L'utente può fare richiesta di rimborso entro 5 anni dal pagamento iniziale.
Il modulo di richiesta di rimborso, di seguito scaricabile, è anche a disposizione dei cittadini presso i punti informazione, uffici CUP/cassa o presso i singoli ambulatori delle rispettive Aziende.
La richiesta di rimborso, può essere inoltrata alla:
• Direzione Amministrativa della struttura o all'ufficio cassa/CUP in cui è stato effettuato il pagamento, allegando l'originale del documento di pagamento.
Modulo richiesta rimborso ticket
Modulo da compilarsi a cura dei Servizi e Uffici
Il rimborso, se autorizzato, può essere effettuato direttamente all’utente, nel punto CUP di Sua scelta, o tramite bonifico bancario o postale.
La procedura prevede il rimborso con annullo del documento emesso.
ATTENZIONE
Il diritto per esenzione ticket per età/reddito non può essere fatto valere qualora la prestazione sia stata già ottenuta. Non è pertanto possibile richiedere il rimborso del ticket già pagato.
Se il medico prescelto all'atto della prenotazione è assente ma è sostituito da un altro professionista e per tale motivo il cittadino rifiuta la prestazione, anche in tal caso il ticket è dovuto anche se non ancora versato.

Rimborso ticket: nota della Direzione sanitaria e amministrativa.

torna su
ultima modifica: 8 aprile 2015 Commenti / Suggerimenti